Analisi Personaggi,  Home

Il diritto di contare: Mary Jackson

Ciao ragassuole!

Torniamo a parlare delle tre scienziate afro-americane che hanno conquistato un primato alla NASA, contribuendo in modo decisivo a mandare il primo uomo americano in orbita.

Nello scorso articolo abbiamo parlato di Dorothy Vaughan, (se ve lo siete perso lo trovate al link: Il diritto di contare: scienziate, razzismo e …stile ), oggi è il turno della più giovane delle tre, il personaggio interpretato dalla bella Janelle Monáe: Mary Jackson.

 

Mary Jackson and Janelle Monae
La vera Mary Jackson e l’attrice che la interpreta ne Il diritto di contare  Janelle Monáe

La donna conseguì la laurea in matematica e scienze fisiche nel 1942 e venne assunta dalla NASA come “calcolatrice di colore” una decina di anni dopo.

Nel 1953 accettò un’offerta per lavorare per l’ingegnere Kazimierz Czarnecki nel Supersonic Pressure Tunnel. Sebbene il nome dell’uomo sia stato cambiato per l’adattamento cinematografico, è vero che fu proprio lui a incoraggiare Mary a proseguire gli studi per essere promossa ingegnere.

Per raggiungere quella meta, tuttavia, era necessario seguire dei corsi di laurea in matematica e fisica, forniti dall’Università della Virginia ma tenuti unicamente presso l’ Hampton High School, scuola per soli bianchi.

 

In un’epoca in cui le persone di colore non potevano nemmeno frequentare gli stessi bagni dei bianchi, Mary Jackson presentò una petizione alla città di Hampton per consentirle di frequentare le lezioni in quella scuola. Riuscì ad ottenere il permesso e a diventare così nel 1958 ingegnere aerospaziale, nonché la prima donna nera ingegnere della NASA.

Contribuì quindi alla creazione della capsula per il volo di John Glenn, il primo statunitense a entrare in orbita attorno alla Terra.

 

Ma analizziamo ora le caratteristiche del personaggio del film, impersonato da Janelle Monáe.

Mary nel film

Presentata come caparbia e grintosa, Mary è una donna che non accetta le discriminazioni razziali, pronta anche a finire nei guai pur di rimanere a testa alta.

 

Nella realtà, un episodio effettivamente accaduto a Mary Jackson è stato modificato per la trasposizione cinematografica forse perché considerato poco congruente con il personaggio.

Se siete curiose di scoprire quale andate alla prossima pagina.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Non perdiamoci di vista! ISCRIVITI ALLA MAILING LIST (tranquilla/o, NON sommergo di mail-odio chi lo fa)

* indicates required