Film/Serie tv,  Home,  Recensioni

Insurgent-The Divergent Series. Trama e recensione semi seria di una saga.

Ciao!

Continuiamo oggi nella nostra analisi semi seria di The Divergent Series (se vi siete persi l’articolo sul primo, Divergent, lo trovate qui). Mentre aspettiamo di vedere Allegiant—ultimo capitolo in onda questo giovedi sera (14 giugno) su Italia 1— passiamo a parlare del secondo film della saga, Insurgent.

Come anticipato nello scorso articolo, i film hanno ricevuto critiche via via più aspre nel corso dei vari capitoli. Insurgent è il secondo per gradimento dopo Divergent. Il motivo è che spesso la trama e i personaggi risultano meno credibili rispetto agli inizi della storia. Se quindi nella prima pellicola ci viene presentata una ragazza che tenta di nascondersi in una società in cui è vista come un pericolo e in cui tentano di eliminarla, in Insurgent sembra di trovarsi di fronte ad un altro personaggio, un mix tra Hulk e Alex delle Charlie’s Angels (mi riferisco a quella incazzosa e letale interpretata da Lucy Liu, quella in questa immagine per capirsi).

Risultati immagini per charlie's angels alex
Credits:Wikia.com

Ma non perdiamo altro tempo, iniziamo a parlare della trama di Insurgent. Come sempre, se non lo avete ancora visto e non volete spoiler non andate oltre la prima pagina: nelle prossime ce ne saranno.

TRAMA

Dai Pacifici

Avevamo lasciato Tris, Quattro, Peter (Miles Teller), Caleb (Ansel Elgort) e Marcus in viaggio su di un treno diretti verso una meta misteriosa. Ora li ritroviamo rifugiati tra i Pacifici, protetti dal loro capo Johanna Reyes (Octavia Spencer). Il capo fazione degli Eruditi, Jeanine (Kate Winslet), infatti, ha accusato i Divergenti dello sterminio degli Abneganti, e i ragazzi hanno così dovuto cercare rifugio ai confini della recinzione che protegge la città, dimora dei Pacifici.


Qui però la loro esistenza è tutt’altro che “pacifica”. Gli ex-Intrepidi, infatti, senza poter scaricare l’adrenalina buttandosi giù da qualche dirupo o sparandosi fra loro per le esercitazioni, hanno qualche difficoltà nel rimanere quieti. Fortuna che il simpatico Peter riesce sempre a trovare le parole giuste per convogliare su di sé l’aggressività dei compagni. Che sia perché ricorda a Tris che è la causa della morte dei propri genitori, che sia perché decide ogni tre minuti di rivolgere la propria lealtà altrove o perché tenta di fare catturare i compagni per ricavarne un vantaggio personale, Peter riesce sempre a permettere loro di scaricare l’aggressività. A differenza del primo film, però, in cui la pazienza di Tris era più bilanciata, in Insurgent la nostra eroina è ormai diventata una Tamarra a tutti gli effetti…pardon, una Intrepida. Perciò qui reagisce alle provocazioni di Peter come un tamarro a cui negano il terzo giro di cocktail in discoteca: rovescia tavoli e tenta di pestare il suo “amabile” collega. Perciò via a scene d’azione, con combattimenti feroci e salti più rapidi e alti di quelli di uno stambecco.

Risultati immagini per insurgent table
Via Pinterest

La scatola

Nel frattempo Jeanine tenta di salire al potere, ed è convinta che verrà aiutata da un’antica scatola che veniva nascosta e custodita dai genitori di Tris e Caleb, e che può essere aperta solo da un Divergente speciale. La donna è convinta, infatti, che la scatola contenga un messaggio da parte degli antenati.

Ovvio no? I suoi nemici ribelli non l’hanno distrutta, ma anzi l’hanno custodita, e può essere aperta solo da un Divergente speciale. Sicuramente il contenuto sarà qualcosa che potrà aiutarla a ripristinare l’ordine tradizionale. Il ragionamento fila liscio.

La caccia sfrenata a quel Divergente in grado di aprire la scatola spinge Tris, Quattro e Caleb a fuggire dal loro rifugio tra i Pacifici e a salire sul treno che conduce in città. Durante il viaggio si imbattono negli Esclusi, che dall’essere i barboni della società nel primo film sono passati qui ad essere i Naziskin della Chicago futuristica.

In questa occasione Quattro, Tris e Caleb scopriranno qualcosa che non si aspettano affatto…

Per chi non vuole spoiler è il momento di interrompere la lettura. Per tutti gli altri, andate alla prossima pagina!

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Non perdiamoci di vista! ISCRIVITI ALLA MAILING LIST (tranquilla/o, NON sommergo di mail-odio chi lo fa)

* indicates required