Curiosità,  Film/Serie tv,  Home,  Novità

Orange is the New Black: realtà, finzione e curiosità imperdibili

Ciò che non sapete della serie originale Netflix

Orange is the New Black 6 è in arrivo su Netflix venerdi 27 luglio e, come promesso, è di dovere scrivere un articolo sulla serie!

Chi di voi ha partecipato al sondaggio su Twitter per la scelta dell’argomento, ha manifestato interesse per due aspetti in particolar modo: conoscere le differenze tra realtà e finzione nella serie e le più succulente curiosità sulla stessa.

Per chi non la conoscesse, infatti, Orange is the New Black è stata ideata da Jenji Kohan a partire dal romanzo autobiografico di Piper KermanOrange Is the New Black: My Year in a Women’s Prison”. L’autrice infatti, dopo aver intrapreso una relazione romantica con una donna che trafficava eroina per un boss dell’Africa occidentale, ha iniziato a riciclare denaro proveniente dal giro di droga. Per questo motivo è stata condannata a 15 mesi di reclusione in un carcere di minima sicurezza del Connecticut.

In questo la scrittrice e la protagoniste si somigliano. Ma molte sono le differenze tra serie e realtà. Inoltre ci sono numerose curiosità sulla serie che gli spettatori non si aspettano. Curiosi di scoprirle tutte? Ecco allora a voi un elenco di informazioni che vi lasceranno a bocca aperta!

Risultati immagini per orange is the new black

Curiosità

-I volti che compaiono nella sigla iniziale non sono dei membri del cast, ma di vere detenute, inclusa la vera Piper.

-In ogni puntata viene menzionato il titolo di ogni episodio.

-La divisa da prigioniere che indossano le detenute sono autentiche, acquistate direttamente da chi fornisce vestiti nei carceri.

-L’attrice Jodie Foster ha diretto il primo episodio della seconda stagione e il terzo della prima.

-Laura Prepon, nella serie Alex Vausesi era presentata ai provini per tentare di ottenere la parte della protagonista Piper Chapman.

-Una sceneggiatrice della serie, Lauren Morelli, dopo aver divorziato dal marito si è sposata con Samira Wiley, l’attrice che nella serie interpreta Poussey.Risultati immagini per poussey sposa

-Nel 2016 Netflix ha annunciato che Orange is the new Black avrà una quinta, una sesta e una settima stagione. Non si sa ancora però se la 7° sarà l’ultima.

-Ruby Rose, che dalla terza stagione interpreta Stella Carlin, è in realtà bisessuale.

-I personaggi di Suzanne “crazy eyes” Warren e Big Boo sarebbero potuti essere molto differenti: gli sceneggiatori infatti pensavano di tenere il personaggio di “Occhi pazzi” dai due ai quattro episodi al massimo; il personaggio di Big Boo invece non era stata nemmeno creato, ma dopo l’audizione di Lea DeLaria la produzione fu così entusiasta dell’attrice da creare quella parte appositamente per averla nel cast. Meno male!

-Il passato di “Sophia Burset”,la parrucchiera di Litchfield, è stato inventato dalla produzione, ma la vera Piper ha incontrato realmente in carcere una donna trans, che la scrittrice chiama “Vanessa” nel libro.

-L’attrice che interpreta Sophia, Laverne Cox, è realmente transessuale. Nelle puntate in cui viene mostrato il passato da uomo di Sophia ad interpretarla è invece il fratello gemello dell’attrice, Lamar.Risultati immagini per cox gemello orange

-Danielle Brooks (Taystee), Lorain Toussiant (Vee) e Samira Wiley (Poussey) sono tutte laureate alla Julliard, una delle più rinomate scuole d’arte, musica e spettacolo. Danielle e Samira infatti sono diventate amichegià durante gli anni di studi.

-Uzo Aduba (“Occhi pazzi”) e Danielle Brooks(Taystee) sono molto amiche e sono bravissime cantanti.

-Piper Chapman sarebbe potuta essere interpretata da Katie Holmes; la donna infatti si era incontrata con la creatrice Jenji Kohan prima che la parte venisse data a Taylor Schilling

-Natasha Lyonne, che nella serie interpreta Nicky, condivide con il suo personaggio un passato di dipendenza da droghe e riabilitazione. La cicatrice che ha sul petto, inoltre, è autentica, provocata da un’operazione a cuore aperto che ha subito nel 2012.Risultati immagini per daya e madre

-Nella realtà Dascha Polanco (“Daya”) ha solo due anni in meno di Elizabeth Rodriguez, che nella serie interpreta sua madre.

Concentriamoci maggiormente sulle differenze tra realtà e finzione in Orange is the New Black. Andate alla prossima pagina!

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Non perdiamoci di vista! ISCRIVITI ALLA MAILING LIST (tranquilla/o, NON sommergo di mail-odio chi lo fa)

* indicates required