Film/Serie tv,  Home,  Recensioni

Disincanto: recensione della serie (che è diversa dai Simpson)

Entrambe ideate da Matt Groening ma totalmente differenti

Buongiorno ragassuoli!

Sapevate che Matt Groening, il creatore de I Simpson e di Futurama, stava lavorando su di un nuovo programma, Disincanto? Se siete appassionati del genere probabilmente si!

Non vi coglierà di sorpresa allora sapere che ieri, venerdì 17 agosto, sono uscite su Netflix le prime dieci puntate della nuova serie.

Se I Simpson sono ambientati nel presente di una famiglia americana e Futurama in un futuro paradossale, Disincanto esplora invece il passato, una specie di Medioevo fantastico, caratterizzato da influenze fiabesche e altre più violente (alla Game of Thrones).

Groening ha deciso ancora una volta di collaborare con il suo collega storico, Josh Weinstein, ed insieme hanno ideato 20 episodi dalla lunghezza variabile. Vediamo insieme allora le caratteristiche della serie.

B002TQR254
Amazon: Tazza simpson
B004ZKB0NM
Amazon: Grembiule uomo Simpson

Trama

Nel regno di Dreamland, pieno di magia, retaggi storici e ironici riferimenti alla realtà dei nostri giorni, vive la principessa Bean (in inglese “Fagiolo”, altro che nomi di fiori eleganti come il raperonzolo..).

L’adolescente tenta di ribellarsi al padre, re Zög, che vuole costringerla a comportarsi come le principesse di un tempo (cioè a sottostare alla volontà del regnante in tutto e per tutto). Bean, però, ha un caratterino deciso, un problema con l’alcol e tutta l’intenzione di essere una principessa diversa.

Risultati immagini per disenchantment

Alla ragazza si affiancheranno due amici: da una parte il demone Lucy (Luci-fero?) mandato da due misteriose figure vestite con abiti esoterici e desiderose di spingere Bean verso il lato oscuro (lato per altro già ben sviluppato!); dall’altra Elfo, un elfo (appunto) sfuggito dal suo mondo incantato perché stufo di dover essere sempre felice e perfetto.

I tre giovani, con le loro avventure, mostreranno la difficoltà che ciascuno di noi affronta approssimativamente tra i 18 e i 20 anni, fase in cui non si ha idea di cosa fare nella vita e ci si appoggia ai propri amici.

Insieme i tre personaggi affronteranno risse, aggressioni, furti e chi più ne ha più ne metta, mentre cercheranno il proprio posto nel mondo.

Risultati immagini per disincanto

A differenza della serie più famosa creata da Groening, dove gli episodi non sono collegati tra loro e si concludono in sé stessi, in Disincanto la storia prosegue nel corso delle puntate, dando così la possibilità di mostrare l’evoluzione dei personaggi e la loro crescita.

Come ha spiegato lo stesso Weinstein, l’obiettivo era quello di narrare una storia di formazione, scegliendo questa volta una protagonista femminile.

Curiosi di sapere come sono le puntate? Andate alla prossima pagina(NO SPOILER)!

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Non perdiamoci di vista! ISCRIVITI ALLA MAILING LIST (tranquilla/o, NON sommergo di mail-odio chi lo fa)

* indicates required