Pillole di Star

Al Pacino: un inizio di carriera difficoltoso

Al Pacino, mostro sacro del cinema, ha dovuto faticare per riuscire a realizzare il sogno di diventare attore.

Ha iniziato la sua carriera tentando di diventare un comico. Ha infatti confessato:

«Credo di essere una persona divertente. Lo spero almeno. Cominciai come comico, fu dopo che rimasi intrappolato nel dramma. Colpa del mio personaggio nel Padrino, che si è imposto su tutti gli altri ruoli della mia carriera, sul modo in cui mi ha visto il pubblico o l’industria del cinema da quel momento in poi. Ma io continuo a pensare di essere un tipo divertente. Guardi De Niro. In questa seconda parte della sua carriera si è reinventato come attore comico. È una cosa incredibile e che succede raramente, ma è molto interessante».

Al è stato inoltre respinto dall’Actors Studio prima di riuscire a entrarvi negli anni ‘60 grazie agli insegnamenti di Lee Strasberg, suo maestro. Il resto è storia.

Mi raccomando, iscrivetevi alla pagina Facebook e Twitter per gli aggiornamenti quotidiani.

Se ti è piaciuto questo post allora forse potrebbero interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Non perdiamoci di vista! ISCRIVITI ALLA MAILING LIST (tranquilla/o, NON sommergo di mail-odio chi lo fa)

* indicates required