Film/Serie tv,  Novità,  Recensioni

Le terrificanti avventure di Sabrina 2: la recensione

Ma ciao ragassuoli!

Dopo un periodo di pausa eccoci di nuovo qui a parlare delle ultime uscite. Oggi è il turno de Le terrificanti avventure di Sabrina 2.

Ci avevano lasciati con una platinatissima Sabrina alle prese con il suo lato più oscuro, dopo aver firmato il Libro della Bestia.

Se nella prima stagione abbiamo seguito la sua vita alla Baxter High, circondata dal fidanzato Harvey e dalle amiche Roz e Susie, in questa la vediamo nella scuola di magia. I produttori hanno così avuto modo di scatenarsi in mille effetti speciali e scenari dark per rendere al meglio l’ambientazione.

Nelle nuove puntate Sabrina non solo inizia ad abbracciare le usanze stregonesche (almeno in parte), ma tenta la scalata verso il potere.

Le Terrificanti Avventure di Sabrina 4

Le terrificanti avventure di Sabrina 2: trama

La storia riparte esattamente da dove si era interrotta, con la vita di Sabrina all’Accademia delle Arti Oscure. Nonostante il suo ingresso a tutti gli effetti nel mondo satanico, la ragazza ha conservato il suo spirito, motivo per il quale tenta di modificare tradizioni e regole del mondo magico.

La vediamo infatti partecipare alle usanze dell’Accademia ma rifiutarsi di adattarsi ai suoi aspetti più macabri e sessisti. Il tutto senza dimenticare i vecchi amici, che tenta di aiutare nei problemi quotidiani.

In questa stagione anche Satana stesso ha un ruolo più importante: interagisce direttamente con i personaggi e sviluppa un piano che verrà finalmente svelato a fine stagione. Si comprende quindi perché l’Oscuro Signore fosse così interessato alla Spellman.

Le trame parallele sono inoltre molto coinvolgenti, in particolar modo quelle riguardanti Zelda, Hilda e il cugino Ambrose.

Risultati immagini per le terrificanti avventure di sabrina 2


La ribellione alle regole

Un elemento molto presente negli episodi è il tema della ribellione alle rigide regole sessiste e omofobe.

I primi episodi, soprattutto, si concentrano nell’evidenziare la visione politica che già si era accennata nella prima stagione.

Non è un caso che ci venga mostrata la battaglia della protagonista per candidarsi come rappresentante degli studenti, ruolo tradizionalmente maschile (forse un accenno ad Hillary Clinton per la presidenza?). Ci viene infatti detto che chi riesce ad aggiudicarsi quella posizione riesce spesso ad arrivare ai vertici del potere, a diventare nel tempo una sorta di ministro stregonesco.

Ditelo a Netflix


Stesso discorso vale per la lotta di Susie, ora diventata Theo, per essere accettata nella sua nuova identità e per riuscire ad entrare nella squadra di basket maschile della sua scuola. Anche per lei non sarà facile affrontare gli insegnanti, i compagni, ma soprattutto il proprio padre.

Dopo l’iniziale presa di posizione, le puntate iniziano a sviluppare una trama più tradizionale, con colpi di scena, nuovi mostri, intrecci amorosi inaspettati e chi più ne ha più ne metta.

Due cose devono essere dette ai produttori/ Netflix, però:

  1. effetti speciali ok, ma il lupo mannaro con il vestitino da donna nun se pò vedè!
  2. fate qualcosa per Satana versione Capretto, perché come per la prima stagione, più che il Signore Oscuro pare un’inquietante mascotte di un liceo.
8868836920

Le terrificanti avventure di Sabrina: 1
B01N92FKRY

Le terrificanti avventure di Sabrina: 1 (BD Comics)

E voi che ne pensate? Avete già visto le puntate? Preferite la prima o la seconda stagione?

Alla prossima!

Mi raccomando, seguite la pagina Facebook, Twitter e Instagram per gli aggiornamenti quotidiani.

Se ti è piaciuto questo post allora forse potrebbero interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Non perdiamoci di vista! ISCRIVITI ALLA MAILING LIST (tranquilla/o, NON sommergo di mail-odio chi lo fa)

* indicates required